Cos’è la demenza e come la affronto?

Una malattia da demenza non è facile da affrontare per le persone colpite e i loro parenti. È proprio per questo che è importante riconoscerne i segnali in una fase iniziale. Ciò consente di adottare misure preventive efficaci e di pianificare in anticipo.

Cos’è la demenza e cosa la causa?

Il termine generico «demenza» si riferisce a un declino progressivo o persistente della memoria, del pensiero o di altre funzioni cerebrali. In medicina sono conosciute più di 50 manifestazioni diverse. Il morbo di Alzheimer, di cui sono responsabili i depositi di proteine, o la demenza vascolare, che è innescata da disturbi circolatori nel cervello, sono particolarmente diffusi. In alcune forme di demenza vengono danneggiate le cellule nervose del cervello, il che provoca un calo delle prestazioni mentali.

Le cause delle malattie da demenza possono essere diverse. Il fattore più importante nello sviluppo delle malattie da demenza è la vecchiaia, quindi la maggior parte dei casi della malattia si verifica dall’età di 70 anni (la cosiddetta demenza senile). Ma anche altri fattori, come la predisposizione genetica, le malattie preesistenti, l’assunzione di farmaci, il consumo di alcol e tabacco o la mancanza di esercizio fisico nella vita quotidiana possono influenzare il decorso.

Viene fatta una distinzione fondamentale tra demenze primarie e secondarie. Le forme primarie di demenza sono malattie indipendenti (come l’Alzheimer) che portano a un calo delle prestazioni mentali. La demenza secondaria, invece, è la conseguenza di altre malattie, come disturbi metabolici o dipendenze.

Quanto sono comuni le malattie da demenza in Svizzera?

Con l’aumento dell’età media della popolazione svizzera le malattie da demenza sono una diagnosi sempre più comune. Secondo una statistica di Alzheimer Svizzera, 144’300 persone sono state colpite da una malattia da demenza nel 2020 in questo paese. Quasi due terzi di loro sono donne e solo circa la metà delle persone colpite è stata diagnosticata da uno specialista. Secondo le previsioni, il numero di malattie da demenza raddoppierà a ca. 300’000 persone entro il 2040.

La demenza non colpisce solo i malati stessi, ma anche i loro parenti stretti, che sono spesso confrontati con compiti di cura e assistenza. Il fatto che la demenza stia diventando sempre più una «malattia diffusa» pone grandi sfide al sistema sanitario e assistenziale svizzero. Allo stesso tempo, tuttavia, significa anche che gli svizzeri stanno sviluppando una comprensione sempre migliore di come trattare i pazienti affetti da demenza. Al fine di migliorare durevolmente l’accompagnamento, l’assistenza, la cura e il trattamento delle persone affette da demenza, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha sviluppato una strategia nazionale sulla demenza dal 2014 al 2019. Sulla base dei loro risultati, la confederazione e i cantoni stanno creando una piattaforma nazionale sulla demenza.

Immagine 1: Persone con demenza per età, in data 2020. Raffigurazione di Alzheimer Svizzera

Come si riconosce la demenza?

I quadri della malattia sono diversi e dinamici tanto quanto le cause della demenza. Inoltre variano da persona a persona, quindi una diagnosi non è sempre facile. Tipicamente, c’è un leggero, appena percettibile declino delle capacità cognitive all’inizio, che aumenta nel tempo. Nella malattia di Alzheimer si nota una graduale diminuzione delle prestazioni della memoria a breve termine e della capacità di concentrazione. Nella demenza vascolare spesso si notano aggravamenti più pronunciati. Successivamente, questi sintomi si diffondono anche alla memoria a lungo termine, per cui le persone colpite trovano sempre più difficile distinguere tra passato e presente. Da un lato mancano i ricordi delle esperienze passate, dall’altro i malati di demenza a volte non riconoscono più nemmeno i loro parenti stretti.

Perché è importante la diagnosi precoce?

Date queste prospettive, è difficile accettare la diagnosi di demenza. Tuttavia, ci sono molte buone ragioni per agire per tempo. Una ragione importante è quella di alleggerire i parenti e di provvedere in caso di incapacità di discernimento, poiché una malattia da demenza può compromettere la capacità di discernimento delle persone colpite e quindi la loro capacità di fare disposizioni testamentarie. Il mandato precauzionale e la direttiva del paziente forniscono strumenti legali per regolare in anticipo la cura della persona, la cura degli interessi patrimoniali, la cura delle relazioni giuridiche e il consenso al trattamento medico in caso di incapacità di discernimento permanente.

La diagnosi precoce è almeno altrettanto importante per prendere misure preventive: solo se si è consapevoli del rischio di demenza si possono eliminare specificamente i fattori che favoriscono la progressione della malattia – idealmente sotto controllo medico. Questi includono pressione alta, obesità o alti livelli di colesterolo. I rimedi più efficaci sono tanto semplici quanto conosciuti: la migliore prevenzione è uno stile di vita attivo, l’esercizio all’aria aperta e un’alimentazione consapevole e sana con tanta frutta, verdura, pesce e prodotti integrali. Anche gli esercizi per il cervello – cruciverba, sudoku o giochi di carte e da tavolo – aiutano a mantenere il corpo e la mente in forma. Anche il mantenimento dei contatti sociali non dovrebbe essere trascurato: il contatto e lo scambio regolare con amici e parenti non solo creano qualità di vita, ma promuovono anche in modo dimostrabile la salute mentale.

L’essenziale in breve

  • La demenza è un termine generico per varie malattie con cause diverse. I principali fattori di rischio sono la vecchiaia, la predisposizione genetica e uno stile di vita malsano.
  • Le malattie da demenza colpiscono sempre più persone in Svizzera – direttamente in quanto pazienti, ma anche come parenti. Questa tendenza continuerà ad intensificarsi in futuro.
  • Rilevamento tempestivo e provvedimenti sono di fondamentale importanza. Il passaggio a uno stile di vita più sano può rallentare significativamente la progressione della malattia.
  • Il mandato precauzionale e la direttiva del paziente sono strumenti legali per prendere provvedimenti in caso di malattia da demenza.

Potrebbe anche interessarvi

Rispondi