Come scrivo il mio testamento?

Non è così facile scrivere un testamento. Fortunatamente ora ci sono diversi aiuti. Il nostro Generatore di testamento, ad esempio, può aiutarvi. In situazioni complicate è però comunque consigliabile consultare degli specialisti.

Quali requisiti impone la legge al testamento?

Un testamento (noto anche come «disposizione testamentaria») è un documento di grande importanza legale e fattuale. Dopotutto, una testatrice ordina cosa deve accadere alle entità patrimoniali lasciate dopo la sua morte. In linea di principio, queste decisioni possono essere modificate o revocate in qualsiasi momento mediante un nuovo testamento durante la vita. Dopo la morte, però, sono «definitive». Possono essere cambiate solo da contratti o azioni legali tra i beneficiari. La testratrice ha solo un’influenza limitata su questo.

Per proteggere le parti coinvolte, il diritto successorio del Codice civile svizzero (CC) impone quindi dei requisiti per la validità di un testamento sotto tre aspetti. Tali requisiti riguardano la persona del testatore, la forma del testamento e il suo contenuto.

Requisiti personali del testatore

Da un punto di vista personale, chiunque voglia redigere validamente un testamento deve essere capace di discernimento. Inoltre, il soggetto che dispone deve aver compiuto 18 anni, ovvero essere maggiorenne. Chi soddisfa entrambi i requisiti è considerato «capace di disporre».

Il problema più grande è di solito la capacità di discernimento. In sostanza, questa è la capacità di agire ragionevolmente e di valutare le conseguenze delle proprie azioni. È generalmente presunta, ma può essere temporaneamente o permanentemente assente. Le ragioni più comuni per l’alterazione della capacità di discernimento sono l’influenza dell’alcol o di farmaci. Anche malattie mentali o neurologiche come la demenza possono limitare la capacità di discernimento. Se ci sono dubbi nel caso di persone potenzialmente dementi, perizie mediche e legali possono aiutare a determinare la capacità di discernimento di queste persone.

La capacità di disporre o la capacità di testare deve essere distinta dalla capacità di succedere. La capacità di disporre è la capacità di lasciare in eredità il patrimonio per mezzo di un testamento. D’altra parte, chiunque sia in grado di ricevere beni in eredità è considerato capace di ereditare. In linea di principio, ogni persona è capace di succedere se non è esclusa dalla partecipazione ad un’eredità sulla base di disposizioni legali (per esempio per indegnità a succedere).

Requisiti formali per il testamento

In termini formali ci sono tre opzioni diverse per redigere un testamento valido. Sono il testamento manoscritto, autenticato pubblicamente e orale.

La variante più semplice e più comune è quella del testamento manoscritto. La testatrice o il testatore deve scriverlo a mano dall’inizio alla fine e firmarlo alla fine. Devono inoltre essere indicati l’anno, il mese e il giorno della stesura. Se non è interamente manoscritto, se manca la firma o se è posizionata in modo errato, il testamento è contestabile mediante un’azione di nullità. Se manca solo la data non è problematico. Questa deve essere altrimenti ricostruibile o essere poco importante per l’osservanza del testamento.

Un testamento autenticato pubblicamente è più sicuro, ma anche più costoso. Questo deve essere costituito presso un «pubblico ufficiale» secondo il diritto cantonale in una procedura speciale. Di regola, si tratta di un notaio. A tal fine, il disponente informa il pubblico ufficiale della propria ultima volontà alla presenza di due testimoni. Questa viene registrata su un documento e confermata dalle firme delle persone presenti. Un testamento autenticato pubblicamente viene custodito dal pubblico ufficiale o da un ufficio pubblico. Il vantaggio principale di questa procedura è che si possono prevenire possibili errori o motivi di invalidità. Inoltre, il testamento è depositato in modo facile da trovare.

La terza variante è una soluzione d’emergenza: in «circostanze straordinarie» è possibile fare un testamento orale davanti a due testimoni. Tuttavia, poiché si applicano requisiti rigorosi e la validità è limitata nel tempo, questa forma non è quasi mai usata nella pratica.

Requisiti di contenuto per il testamento

La legge stabilisce anche dei limiti sul contenuto, ovvero quali disposizioni sono ammissibili in un testamento. La disposizione imperativa più importante riguarda il cosiddetto diritto alla porzione legittima. Questo è attualmente in revisione, il che comporterà una maggiore libertà di dispoorre dal 01.01.2023. A partire da questa data solo i discendenti, i coniugi o i partner registrati hanno diritto alla porzione legittima. Essa sarà la metà della quota ereditaria di legge e in linea di principio non può essere sottratta. Per i testamenti più vecchi c’è una disposizione transitoria.

Una riduzione delle porzioni legittime è ammissibile in due casi principali: uno è la diseredazione per motivi speciali e gravi. Il secondo caso è la conclusione di un contratto di rinuncia d’eredità con l’avente diritto alla porzione legittima. Quest’ultimo deve dare, in una forma speciale, il suo consenso alla riduzione.

Inoltre, esistono altre barriere di contenuto che non riguardano necessariamente in modo specifico il diritto successorio o il testamento. Ad esempio, la testatrice può disporre solo degli oggetti ereditari a cui ha effettivamente diritto. Per esempio, non è possibile lasciare in eredità un’auto noleggiata perché appartiene essenzialmente a qualcun altro. Allo stesso modo, una clausola in un testamento non può essere soggetta a oneri o condizioni impossibili, immorali o illegali. Nessuno può, per disposizione testamentaria, spingere altri a fare cose che sono disapprovate o punibili dalla legge.

Se il contenuto di un testamento non soddisfa i requisiti di contenuto, questo può avere diverse conseguenze: se le porzioni legittime sono violate, le persone interessate possono intentare un’azione di riduzione per ripristinarle. Nei casi rimanenti, la contestazione è di solito possibile attraverso l’azione di nullità o un’azione di accertamento di nullità. Ci sono poi altre azioni per casi speciali.

Conseguenze legali

Solo se il testamento soddisfa i requisiti legali in tutti e tre gli aspetti – persona, forma e contenuto – è valido e resiste a una contestazione. Se il testamento non soddisfa determinati requisiti, può comunque avere effetti totali o parziali. Infatti, per essere dichiarato nullo, deve prima essere impugnato con successo. Se questo non avviene per vari motivi, un testamento viziato può anche diventare valido. Così, è possibile che eventuali errori siano stati trascurati o che eventuali interessi non siano stati fatti valere entro il termine per la presentazione di un’azione e che quindi il testamento sia stato steso validamente.
La nullità di un testamento, che le autorità competenti osservano d’ufficio e senza essere interpellate, è un’eccezione rara. Si verifica solo in caso di difetti particolarmente gravi. Per esempio, se non è possibile determinare da chi è stato scritto un testamento.

Come si usa il Generatore di testamento di DeinAdieu.ch?

Nella parte 2 di questo articolo, vi mostriamo come potete scrivere il vostro testamento facilmente con il Generatore di testamento di DeinAdieu.

Potrebbe anche interessarvi

Leave a Reply