Il comitato consultivo onorario

DeinAdieu è la prima e indipendente piattaforma svizzera di dialogo e di servizio per una fine della vita autodeterminata. DeinAdieu si occupa in particolare dei seguenti temi: testamento, cure palliative, direttiva del paziente, mandato precauzionale e funerale. E lo fa attraverso contenuti editoriali e strumenti e servizi online. DeinAdieu rispetta la dignità di tutte le personalità ritratte ed è sinonimo di un approccio rispettoso verso tutti gli argomenti trattati.

DeinAdieu si impegna a rispettare i seguenti principi:

Autodeterminazione

DeinAdieu si fa garante di un invecchiamento autodeterminato e una realizzazione autodeterminata dell’ultimo capitolo della vita.

Indipendenza

DeinAdieu richiama l’attenzione sulla possibilità di fare una donazione tramite testamento a enti assistenziali svizzeri controllati, ma per il resto è indipendente da gruppi di interessi, gruppi professionali o istituzioni.

Neutralità

DeinAdieu è politicamente neutrale e aperta a qualsiasi visione filantropica del mondo.

Aconfessionale

DeinAdieu non è impegnata in alcuna religione o confessione, ma offre la possibilità di farsi un’idea su varie tradizioni di lutto e vari rituali di addio.

Solidarietà con malati terminali

DeinAdieu si impegna a garantire la migliore qualità di vita possibile e l’accesso alle cure palliative per tutte le persone colpite.

Il nostro comitato consultivo

Il seguente comitato consultivo onorario sostiene DeinAdieu con i suoi principi e la sua visione. E contribuisce con la sua esperienza, le sue conoscenze e la sua rete a promuovere l’autodeterminazione in Svizzera.

Dr. med. Roland Kunz


Direttore medico Centro di cure palliative

Ex Primario Clinica Universitaria di geriatria acuta
Ospedale cittadino Waid

«La morte è una realtà della vita. Dobbiamo accettarlo.»

Prof. Dr. Regina Aebi-Müller


Cattedra di diritto privato e diritto privato comparato
presso l’Università di Lucerna

Dirigente del Programma nazionale di ricerca

«Dobbiamo tutelare meglio i bisogni centrali della persona che sta morendo – e questo naturalmente include la protezione da influenze esterne.»

Dr. Ruth Baumann-Hölzle


Co-fondatrice e dirigente di Dialog Ethik, l’Istituto
per l’etica nell’assistenza sanitaria

Membro della
Commissione cantonale d’etica Zurigo

«Una direttiva del paziente dettagliata incoraggia le persone ad affrontare le proprie idee sulla qualità della vita e sulla morte.»

Dr. med. Alois Birbaumer


Ex pediatra a Cham ZG

Presidente di lunga data dell’Ospizio di Zugo

«Con una persona di fiducia e una direttiva del paziente, i desideri per l’ultima fase della vita possono essere regolati in modo ottimale.»